Rendering 3D: 5 cose interessanti da sapere

Rendering 3D: 5 cose interessanti da sapere

Vi apriamo le porte del nostro reparto di grafica tridimensionale 

1. Rendering 3D: una definizione

La nostra agenzia si occupa di immagine in tutte le sue forme: fotografia, video e, anche, render 3D. Il rendering 3D permette di trasformare qualsiasi progetto in immagini tridimensionali realistiche. Rendering, infatti, deriva dall’inglese to render e significa letteralmente rendere, ovvero rappresentare graficamente un oggetto, un macchinario o un’architettura.

La produzione di modelli tridimensionali è utile a chi vuole realizzare progetti accattivanti e quanto più realistici possibili da mostrare su brochure, cataloghi, cartelloni, siti web o altri supporti promozionali.

Il nostro reparto grafico realizza render 3D statici e animati e grazie alla modellazione digitale trasforma qualsiasi disegno tecnico in immagini 3D ad alta resa realistica.

2. Rendering 3D: un po’ di storia

Il termine rendering ha origini molto lontane: veniva usato già nel 1800 per indicare il chiaroscuro.

Ma è ovviamente solo in epoca recente che il render inizia ad essere oggetto di studio e ad assumere il significato che intendiamo oggi. Una delle prime rappresentazioni tridimensionali è il così detto Boeing Man, realizzato da W. Fetter e rappresentante un pilota di aereo.

La nascita della modellazione 3D avviene in ambito industriale, come supporto alla progettazione.

3. Rendering 3D: come funziona

Senza scendere troppo nel difficile linguaggio tecnico della computer grafica, si può dire che il processo di rendering realizza un’immagine digitale a partire da dati numerici codificati all’interno di un disegno.

In altre parole, la grafica 3D richiede due elementi: una descrizione matematica di modelli tridimensionali e un meccanismo di produzione, detto motore render, che si fa carico dei calcoli necessari per la creazione dell’immagine, simulando le proprietà fisiche e ottiche degli oggetti e dei materiali.

4. Rendering 3D: ambiti di utilizzo

La comunicazione con immagini rendering fotorealistiche e professionali è utile a diverse tipologie di settori aziendali.

Il render 3D ha il vantaggio indiscutibile di far vedere un progetto prima che questo venga effettivamente realizzato. Con l’immagine grafica tridimensionale, infatti, è possibile dare vita ad un disegno architettonico o mostrare le specifiche tecniche di un macchinario industriale.

5. Rendering 3D: un rivale della fotografia

Il rendering 3D si è appropriato, a poco a poco, di ambiti prima appartenenti alla fotografia. Tuttavia, dal dibattito sulla rivalità di queste due tecniche dell’immagine è emerso che fotografia e computer grafica hanno compiti ben distinti e possono tranquillamente (almeno per ora) coesistere.

Da una parte, infatti, il render 3D appartiene alla sfera dell’immaginazione: fa vedere quello che non c’è o che non c’è più. Il compito della documentazione della realtà, invece, è ancora riservato alla fotografia.

Altri Articoli dal Blog

Adrenalina, cuore, sport: ecco lo spot emozionale di PITON

Dietro alle riprese professionali per le aziende specializzate nel settore sportivo c’è un mondo fatto di studio, progettazione, creatività e passione. La produzione di video sportivi, infatti, richiede grandi abilità. Lo spot, in pochi secondi, deve mettere in mostra tutta la magia racchiusa in una passione.

Il potere persuasivo dei video sui social

Negli ultimi anni i social media come Instagram, YouTube e Facebook stanno puntando sempre più sui video. Prodotti di alta qualità che aggiungono valore e fascino alle diverse piattaforme.

Contattaci per avere più informazioni

Compila il form, ti ricontatteremo entro 24 ore